Prossimamente l’advertising su Twitter

di Luca Bruno Commenta

L'advertising su Twitter, quale sarà il futuro della pubblicità su uno dei più frequentati social network?

promo-tweets-640

Twitter sta pensando di aggiungere una nuova voce nella sua home page dedicata alla pubblicità.
Il nuovo servizio, che si chiamerà Promoted Trends, sarà una nuova funzionalità che permette agli inserzionisti di inserire propri argomenti nella colonne dei trend di Twitter.
Una funzionalità ancora tutta da sperimentare, e non ancora approntata di fatto, ma di cui si sta discutendo molto.
All Things D, un blog specializzato in comunicazioni digitali, scrive che probabilmente il costo per la propria presenza nella colonna dei trending topics sarà molto elevato, nell’ordine delle decine di migliaia di dollari, per avere una collocazione esclusiva per un determinato periodo di tempo.

In pratica, accanto alle voci più “twittate” del momento ci sarebbe un termine sponsorizzato dall’inserzionista: se un utente clicca su questa voce viene indirizzato ad una pagina dove troverà i risultati della ricerca su quella voce con in testa i tweet selezionati dall’inserzionista.

Sicuramente per Twitter c’è ancora molto lavoro da fare per rendere l’advertising un’offerta interessante per gli inserzionisti. Per esempio, l’inserzione potrebbe essere interessante solo per una fascia di utenti, ed in alcuni paesi solamente, mentre in altre aree del mondo, o per altri utenti la pubblicità su Twitter non avrebbe alcun senso né utilità.

Un altro grande problema da affrontare è quello relativo allo spam, un fenomeno con cui Twitter deve ancora fare i conti, anche se di recente ha molto lavorato per modificare l’algoritmo che sceglie quali sono i trending topics, per evitare che alcune voci risultino presenti in maniera permanente tra i trend del momento a causa del gran numero di tweet che vengono postati.

Un esempio eclatante è stata la presenza massiccia nei trending topics del cantante pop statunitense Justin Biber, a causa delle migliaia di giovani fans che facevano salire la voce in testa alle classifiche in maniera continuativa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>