Guida completa per Google +

di Cristina Baruffi Commenta

In questa guida vi illustriamo tutte le principali funzioni di Google +, il nuovo social network del gruppo di Mountain View...

In questi giorni stiamo dando grande spazio a Google +, soprattutto dopo aver costatato che in sole tre settimane è riuscito ad aggiudicarsi più di 10 milioni di utenti, che condividono giornalmente oltre 1 miliardo di contenuti.
A prima vista ricorda moltissimo Facebook, ma in questa guida vi mostriamo tutte le caratteristiche di questo nuovissimo mezzo di comunicazione, per riuscire a sfruttare al meglio ogni singola potenzialità. Google + è l’ultimo macro progetto del colosso di Mountain View, che vuole creare un social network innovativo togliendo dai vertici tutto lo staff tecnico di Mark Zuckerberg. Google ha lanciato Google + il 28 giugno 2011 con una beta privata per poi metterlo in rete ufficialmente il primo luglio proponendo all’utente un servizio di video chat, la possibilità di inviare sms gratuiti e la gestione dei gruppi di amici attraverso i così detti “Circles”.

Il nome è stato scelto per far capire all’utente che questo innovativo social network nasce come estensione di Google e che servirà per migliorare considerevolmente dei servizi già esistenti. La risposta del mercato è stata a dir poco prodigiosa, infatti gli utenti lo giudicano un servizio che permetterà la condivisione selettiva di alcuni elementi sulla base di interessi comuni e senza essere disturbati da funzioni che possono distrarre la navigazione.

PROFILO:

Per accedere al social network occorre essere invitati da un utente che già è iscritto e poi vi sarà chiesto di compilare il vostro profilo personale aggiungendo informazioni base come nome, cognome, studi effettuati, professione, una foto profilo e uno slogan personale, che vi servirà per distinguervi.
L’utente potrà anche modificare alcune impostazioni riguardanti la privacy, consentendo la visione del profilo solo ad un numero limitato di amici sfruttando i circoli.

CIRCLES:

Capire il funzionamento dei “Circles” è di fondamentale importanza per gestire al meglio la nostra attività su Google +, perché così avremo il pieno controllo di tutti i nostri contenuti. Effettuata la registrazione saremo chiamati a creare dei circoli dove inseriremo i contatti a seconda del ruolo che occupano. Per esempio si può creare il gruppo dei colleghi, della famiglia e degli amici selezionando il nome del contatto e trascinandolo con il sistema drag-and-drop all’interno del cerchio. Google + possiede anche un motore dedicato alla ricerca dei contatti e sarà possibile eliminare un amico togliendolo dal cerchio, in modo tale da preservare la vostra privacy. L’esigenza di creare dei cerchi nasce per condividere informazioni solo con determinate persone, infatti una foto di amici può non essere interessante per i contatti lavorativi, così come una discussione tra colleghi in questo modo rimarrà privata.

CONDIVISIONE DEI CONTENUTI:

Come dicevamo pochi righe fa, i contenuti si possono inviare a tutti gli amici, oppure scegliere il circolo dove inserire il post, inoltre la condivisione riguarda anche foto, video, link. L’indice di gradimento è determinato dal pulsante +1 l’equivalente del “mi piace” di Facebook e proprio come questo social network verranno create delle miniature dei contenuti che volete pubblicare.

CHAT:

Google + comprende anche la chat con video chiamata, attraverso la funzione “Start a hangout” che vi consentirà la creazione di un luogo di ritrovo dove interagire con un massimo di 10 persone contemporaneamente, grazie ad un microfono.
Il video passerà di persona in persona e verrà mostrato l’utente che sta parlando in quel preciso momento, anche se questa funzione è facilmente disattivabile.

FOTO:

Per quanto riguarda le foto, accedendo alla parte superiore della finestra potrete vedere le immagini che sono appena state pubblicate dai vostri amici, con relativi commenti, poi esiste un’altra sezione in cui verranno mostrate solo le fotografie in cui siete stati taggati.
Gli album vengono generati con lo stesso meccanismo di Facebook, ma in questo caso possiamo scegliere se mantenere tutto privatamente o se condividerlo con tutti, oppure solo con un determinato circolo di contatti.

MOBILE:

Google possiede Android, quindi non sorprende che Google abbia dato largo spazio alle applicazioni mobile, proponendo agli utenti delle app semplici e distinte in cinque categorie che servono per modificare le impostazioni, gestire i circoli, visualizzare e aggiornare il profilo e creare album fotografici. Tra le app citiamo “Huddle” che serve per mandare sms multipli “Instant Upload” che serve per caricare le immagini acquisite sincronizzandole al desktop.

Per entrare meglio nel particolare vi consigliamo anche questi articoli:

Importare amici Facebook su Google + direttamente
Utilizzare Google + per cercare lavoro
Usare Google+ sul desktop con GClient
Come trasferire gli amici da Facebook a Google +
Trasferire foto da Facebook a Google +
Usare Google+ in Chrome con Surplus

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>