Creare vibrazioni personalizzate per i contatti di Android

di Alessandro Bombardieri Commenta

A chi tiene molto spesso il telefono in modalità vibrazione, risulta impossibile riconoscere la persona che sta telefonando fino a che non si visualizza lo schermo del dispositivo. Con la modalità vibrazione le suonerie personalizzate non servono proprio a niente…


È nata dunque l’idea di personalizzare le vibrazioni, così da poter riconoscere la persona che telefona anche prima di leggere il nome sul display, semplicemente creando delle vibrazioni personalizzate, allo stesso modo di come succede per le suonerie. Vybe è un’app gratuita per Android che consente appunto di realizzare delle vibrazioni personalizzate, da abbinare a specifici contatti o gruppi di persone.

INSTALLARE APPLICAZIONI ANDROID DA PC

All’avvio dell’applicazione viene mostrato un breve tutorial che dovrebbe insegnare a creare delle vibrazioni personalizzate, quindi si viene portati all’interfaccia principale dell’app dove è realmente possibile realizzare delle vibrazioni personalizzate. Per iniziare bisogna cliccare sul pulsante rosso per avviare la registrazione e quindi bisogna creare la vibrazione personalizzata usando il grande pulsante posto nella parte alta dello schermo.

Con il pulsante in alto si possono creare delle vibrazioni lunghe o corte, che vengono visualizzate graficamente nella parte bassa dell’app. La vibrazione creata può essere testata direttamente e decidere se salvarla oppure se tornare indietro e modificarla. Cliccando sull’icona della persona in basso a destra si aprirà invece l’elenco dei contatti, da qui è possibile selezionare una o più persone da abbinare ad una specifica vibrazione; si possono per esempio creare delle vibrazioni personalizzate per i membri della famiglia, gli amici, il partner e così via… Sarebbe utile una funzione che permette di assegnare i nomi alle vibrazioni create.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>