Motorola Nest, ecologia e design concentrate in questo concept

di Gianluca Bruno Commenta

Il nuovo Motorola Nest, design ed ecologia in primo piano per questo concept di cellulare...

Il concept del nuovo cellulare ecologico Motorola Nest

La tecnologia sembra sempre essere alla ricerca di un connubio tra design, estetica e funzionalità, e proprio per questo oggi vi parliamo del Motorola Nest, un nuovo cellulare ancora in progettazione, che non solo è dal design sorprendente ma strizza l’occhio all’ambiente.

Motorola Nest è in definitiva uno smartphone touchscreen, con le tipiche funzionalità che dall’ iPhone in avanti sono diventate lo standard, cosa lo differenzia quindi da tutti gli altri?

Ancora il nuovo Motorola Nest con la capacità di ricaricarsi con il movimento

Kelly Bremer, nel progettare il Motorola Nest, ha voluto rendere omaggio all’ambiente, infatti la sua caratteristica principale è la capacità di ricaricarsi con il movimento, sfruttando l’energia cinetica prodotta dal movimeto per ricaricare la batteria.

Decisamente ingegnoso, ma funziona? Si, certo che funziona.. e, se siete troppo pigri per muovervi abbastanza per ricaricare del tutto esiste sempre la possibilità di ricarlo attaccandolo ad una presa elettrica come tutti gli altri cellulari.

L’idea è molto semplice e di sicuro valore, pensate a quante volte ci si ritrova con il cellulare scarico proprio quando serve, durante una telefonata di lavoro, quando serve un taxi etc etc, tante situazioni che non si ripeteranno più grazie al sistema di ricarica del Motorola Nest .


Ancora non si sà se riusciremo a vedere il Motorola Nest negli scaffali dei negozi, penso comunque che vendere un prodotto che presenti una caratteristica unica rispetto ad una concorrenza praticamente tutta uguale non sarebbe una cattiva idea… vedremo..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>