Organizzare automaticamente i files in cartelle in base all’estensione

di Alessandro Bombardieri Commenta

Questo programma procede allo spostamento dei files in base alle impostazioni inserite dall'utente.

Con tutti i files che scarichiamo da internet diventa sempre più difficile mantenere delle cartelle ben organizzate, così quando cerchiamo un determinato file dobbiamo farlo manualmente, perdendo diverso tempo ed anche molta pazienza.


Desktop Intray è un programmino per sistemi operativi Windows che ha lo scopo di organizzare in automatico i files nelle diverse cartelle in base all’estensione dei diversi files, andando a mettere per esempio i file .mp3 nella cartella Musica, e così via…

Il programma continua a controllare il contenuto di una cartella, quindi procede allo spostamento dei files in base alle impostazioni inserite dall’utente. Si tratta inoltre di un’app portatile, quindi non è nemmeno necessario effettuare l’installazione.

CAMBIARE SFONDO CARTELLE WINDOWS 7

Per entrare nelle opzioni del programma cliccate col tasto destro del mouse sull’icona nell’area di notifica e selezionate Settings; qui è possibile impostare l’intervallo di secondi per effettuare il controllo della cartella, alla voce Recheck every … seconds. Per creare una regola invece è necessario inserire il formato nella casella File extension e la cartella di destinazione di quel tipo di file nella casella Folder Name. Inserendo per esempio mp3 nella prima casella e Musica nella seconda, tutti i files mp3 che vengono aggiunti alla cartella di Desktop Intray saranno spostati nella cartella Musica.

Per velocizzare la gestione dei files si può impostare la cartella di Desktop Intray come quella predefinita per il download dei files da internet, così in automatico poi saranno subito spostati nella cartella giusta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>