Come difendersi dagli attacchi APT

di Filadelfo Scamporrino Commenta

Come prevenire tutti quegli attacchi che, in maniera mirata, sofisticata e furtiva cercano di ingannare i tradizionali sistemi di sicurezza.

Delle azioni, anzi dei veri e propri attacchi silenti e coordinati che mirano a ricostruire sui sistemi di elaborazione colpiti le informazioni di accesso. Il tutto con il fine di andare ad impossessarsi in maniera indebita e fraudolenta di password, credenziali e codici per le operazioni bancarie. Li possiamo riassumere così i cosiddetti “APT”, ovverosia gli attacchi Advanced Persistent Threat per i quali è possibile proteggersi con un nuovo prodotto per la sicurezza.

A idearlo è stata Trend Micro con “Deep Discovery”, soluzione in grado di mettere a disposizione tutti i tool necessari per difendersi e prevenire tutti quegli attacchi che, in maniera mirata, sofisticata e furtiva cercano di ingannare i tradizionali sistemi di sicurezza.



NUOVI MALWARE PIU’ ATTIVI E PERICOLOSI

Quella relativa alle APT è una delle minacce cui sempre di più devono far fronte in prevalenza gli enti pubblici e le grandi aziende. In merito Trend Micro con un comunicato ufficiale ha fatto presente come le APT si realizzino in più fasi, con la conseguenza che, senza adeguati soluzioni di protezione, ci si accorge che i sistemi sono compromessi solo quando gli attaccanti già da tempo ne hanno preso il controllo.

ATTACCHI MIRATI MALWARE PIU’ COMUNI

“Deep Discovery” di Trend Micro risponde proprio all’esigenza di andare a rilevare ed a bloccare le minacce APT sia in base al comportamento, sia in ragione di comunicazioni sospette e di contenuti pericolosi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>