San Valentino 2012 piace ai cyber criminali

di Filadelfo Scamporrino Commenta

Il sito Trendmicro.com ha reso noto d’aver già intercettato i primi malware che i criminali informatici hanno messo a punto per la ricorrenza data dalla festa degli innamorati.

Sfruttare le ricorrenze per pianificare piani truffaldini basati sulla sottrazione in rete di dati sensibili, codici di carte di credito, identità e chi più ne ha più ne metta. E’ questa l’attività dei cyber criminali che a quanto pare stanno affilando le armi in vista del mese di febbraio ed in particolare per la ricorrenza del San Valentino 2012.

Il sito Trendmicro.com, non a caso, ha reso noto d’aver già intercettato i primi malware che i criminali informatici hanno messo a punto per la ricorrenza data dalla festa degli innamorati.



REGALI VIRTUALI PER SAN VALENTINO

In particolare, l’applicazione maliziosa già rilevata da Trend Micro fa scattare attacchi e minacce a carico di quegli utenti che utilizzano i browser Mozilla Firefox e Google Chrome. La minaccia, nel dettaglio, si attiva attraverso un post di un proprio contatto; in questo post l’utente viene guarda caso invitato a scaricare ed installare sul proprio profilo un tema per il San Valentino 2012.

SFONDI PER SAN VALENTINO

Cliccando sul link truffaldino l’utente viene indirizzato su una pagina Web che rappresenta in tutto e per tutto una sorta di diversivo. Questo perché contestualmente si va ad attivare il download di “TROJ_FOOKBACE.A“, un file maligno che monitora quelle che sono le attività dell’utente indirizzandolo poi verso pagine Web da dove vengono richieste le proprie informazioni personali. Ed allora Buon San Valentino 2012 a tutti, ma evitiamo quindi di cliccare su link sospetti e/o sconosciuti altrimenti a festeggiare potrebbero essere al posto vostro i cyber criminali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>