Disinstallare le applicazioni inutilizzate su Android

di Alessandro Bombardieri Commenta

Useless Apps Remover permette di rimuovere le applicazioni inutili.

Col passare del tempo può capitare che sul proprio dispositivo Android vengano installate tantissime applicazioni inutili, che non si utilizzano mai e che quindi tengono solamente dello spazio in memoria.

Di default non esiste in Android una funzione che permette di visualizzare la frequenza di utilizzo di una determinata applicazione, ma grazie all’app Useless Apps Remover disponibile sul Google Play Store, è possibile visualizzare e disinstallare quelle che sono le app ritenute inutili presenti sul device.


Useless App Remover utilizza un monitor delle attività integrato in abbinamento ad una lista personalizzata delle apps da tenere sotto controllo creata dall’utente per identificare quali sono quelle applicazioni inutili che potrebbero essere tranquillamente disinstallate. Useless Apps Remover propone una grafica minimalista e molto facile da capire, in una schermata sono elencate tutte le applicazioni di terze parti installate sul device: a destra di ogni app è presente un toggle da spuntare per escludere l’app dalla lista da tenere sotto controllo e il pulsante Delete per rimuovere l’app in questione.

INSTALLARE APPLICAZIONI ANDROID DA PC

Nelle impostazioni dell’app è possibile modificare alcune opzioni per facilitare il controllo dell’utilizzo delle apps. Si può impostare il periodo di tempo che serve per considerare un’app inutilizzata, decidere ogni quanto tempo l’app deve monitorare l’utilizzo delle varie applicazioni, abilitare le notifiche e decidere l’orario di comparsa delle stesse.

Per il momento Useless Apps Remover è un’app gratuita supportata dagli ads presenti al suo interno, non esiste una versione senza ads attualmente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>