Apple iPhone e iPad sempre al top di vendite

di Filadelfo Scamporrino Commenta

L’utile netto nel trimestre si conferma stratosferico, a ben 9,5 miliardi di dollari, ma è in calo rispetto ai 11,6 miliardi di dollari di profitti riportati nello stesso periodo dello scorso anno.

apple

Quando si acquista uno smartphone o un tablet, le scelte dei consumatori continuano ancora a premiare la Apple con l’iPhone e con l’iPad. Questo perché anche nel primo trimestre del corrente anno la società di Cupertino quotata in Borsa a Wall Street ha riportato dati in crescita. Nel dettaglio, Apple nel Q1 2013 ha venduto ben 37,4 milioni di iPhone rispetto alle 35,1 milioni di unità vendute nello stesso periodo del 2012.



NUOVI MALWARE PIU’ ATTIVI E PERICOLOSI

Stessa musica per l’iPad, venduto nel periodo gennaio-marzo del 2013 in 19,5 milioni di esemplari rispetto alle 11,8 milioni di unità vendute nel primo trimestre del 2012. In leggero calo sotto 4 milioni di unità per Apple, invece, si sono attestate le vendite di Mac. Trattasi di ottimi dati che hanno in particolare generato nei primi tre mesi dell’anno, corrispondenti al secondo trimestre fiscale della società di Cupertino, un volume d’affari di 43,6 miliardi di dollari rispetto ai 39,2 miliardi di dollari dello stesso periodo dello scorso anno.

SMARTPHONE E CELLULARI PIU’ VENDUTI

L’utile netto nel trimestre si conferma stratosferico, a ben 9,5 miliardi di dollari, ma è in calo rispetto ai 11,6 miliardi di dollari di profitti riportati nello stesso periodo dello scorso anno. A fronte di maggiori unità mobili vendute, quindi, Apple ha comunque riportato un calo della redditività nel trimestre confermato dal fatto che, in accordo con quanto reso noto proprio dalla società di Cupertino con un comunicato ufficiale, il margine lordo è sceso dal 47,4% al 37,5% a fronte di vendite fuori dai confini americani pari al 66% sul totale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>