Tariffe Vodafone spiccano il volo

di Filadelfo Scamporrino Commenta

La rimodulazione tariffaria in base ai rilievi dell’Associazione dei consumatori viene oscurata da una promo denominata “Free Sunday Tutti“.

Dal 5 novembre scorso, e fino a fine anno, numerosi profili tariffari della Vodafone subiranno una rimodulazione tariffaria. In base all’analisi della Federconsumatori, quella della Vodafone rappresenta una stangata per i consumatori in quanto alcune tariffe aumenteranno fino al 77% in una fase come quella attuale caratterizzata da una crisi che morde ancora.

In quanto società privata la Vodafone può proporre le tariffe che vuole, ma la Federconsumatori sulle rimodulazioni tariffarie ha rilevato profili di scarsa trasparenza attraverso l’inoltro ai clienti di un Sms poco chiaro. In pratica la rimodulazione tariffaria nel messaggino viene proposta come se si trattasse di una promozione quando invece trattasi di un aumento dei prezzi vero e proprio, in tutto e per tutto.


TROVARE PASSWORD ROUTER

In particolare, la rimodulazione tariffaria in base ai rilievi dell’Associazione dei consumatori viene oscurata da una promo che, denominata “Free Sunday Tutti“, permette di chiamare gratis con il telefonino la domenica per un periodo di dodici mesi.

SMARTPHONE NOKIA RISOLUZIONE DEI PROBLEMI

Sulle variazioni tariffarie la Federconsumatori ricorda come, in base alla normativa dell’Autorità per la Concorrenza, e di quella per le Comunicazioni, l’utente debba avere la possibilità, anzi il diritto di poter recedere senza penali e senza l’applicazione di costi di disattivazione del servizio. Ragion per cui l’Associazione, congiuntamente con l’Adusbef, ha apertamente chiesto alle Autorità competenti di intervenire al fine di evitare quella che appare essere una stangata tariffaria peraltro incompatibile con l’attuale scenario di crisi economica che pesa come un macigno sulle spalle delle famiglie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>