Microsoft Xbox al decimo anniversario

di Filadelfo Scamporrino Commenta

Per la società americana quotata a Wall Street il lancio della Xbox è stato anche l’ingresso ufficiale nel settore dell’home entertanement a fronte di tanti successi sin qui ottenuti.

Nei giorni scorsi, precisamente il 14 marzo del 2012, la console di Microsoft Xbox ha festeggiato il decimo anniversario dal suo lancio sul mercato. Per la società americana quotata a Wall Street il lancio della Xbox è stato anche l’ingresso ufficiale nel settore dell’home entertainement a fronte di tanti successi sin qui ottenuti.

Ad oggi la console di Microsoft è oramai in tutto e per tutto un centro multimediale che, per tutta la famiglia, offre contenuti televisivi on demand, video, musica ed anche l’accesso ai social network. In accordo con quanto dichiarato dal direttore della divisione di Microsoft Italia relativa al Retail Sales & Marketing, Evita Barra, la Xbox prima e poi la Xbox 360 e Kinect hanno tracciato un percorso evolutivo nell’intrattenimento videoludico, e si sono anche conquistati in posto nei salotti delle famiglie.



VIDEOGIOCHI GRATIS SUI TELEFONINI SPOPOLANO

Riguardo a Kinect, che in concomitanza con il suo lancio ha fatto registrare nei primi 60 giorni vendite senza precedenti nel campo dell’intrattenimento, Microsoft ha messo in risalto come vengano offerte esperienze ludiche alle nuove generazioni e, in generale, alla comunità, aventi un sapore futuristico.

PROTEZIONE ANTIVIRUS MICROSOFT SECURITY ESSENTIALS

Non a caso la società di Redmond fa presente come sia sempre più in voga il cosiddetto effetto Kinect visto che sono sempre più numerose le aziende al mondo che hanno aderito ad un apposito programma pilota con l’intento di esplorare per Kinect per Windows nuove soluzioni di utilizzo della periferica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>