Sicurezza Facebook online ed offline

di Lucia Guglielmi Commenta

In merito Kaspersky Lab confronta il link cliccato con il proprio database delle pagine nocive, e se c’è corrispondenza scatta automaticamente il blocco.

Usare online ed anche offline il social network più famoso,Facebook, in maniera sicura schivando le pagine ed i link nocivi. E’ con questo obiettivo che il leader della sicurezza Kaspersky Lab ha siglato una partnership proprio con il social network Facebook al fine di gestire le minacce IT. In particolare, l’alleanza nasce in base al fatto che gli utenti dei social network sono soliti cliccare e/o condividere link e contenuti provenienti dai propri amici.

Questi collegamenti possono però essere infetti, ragion per cui occorre che l’utente venga informato del rischio. In merito Kaspersky Lab confronta il link cliccato con il proprio database delle pagine nocive, e se c’è corrispondenza scatta automaticamente il blocco della pagina sospetta permettendo di conseguenza di non diffondere ulteriormente le infezioni ad altri utenti ed amici del social network.



SISTEMI OPERATIVI PIU’ ATTACCATI DAGLI HACKER

Il Presidente di Kaspersky Lab per il Nord America, Steve Orenberg, ha sottolineato come la società protegga le persone e le imprese presenti in Internet affinché questo sia sicuro per tutti. E per questo gli esperti ed i progettisti della software house hanno ben presente come sia grande l’impatto di Internet sugli individui che per quel che riguarda la comunicazione digitale sono sempre più interconnessi.

CREARE SITO E-COMMERCE FAI DA TE

Allo stesso modo il Chief Security Officer di Facebook, Joe Sullivan, ha sottolineato come dall’alleanza con Kaspersky Lab gli utenti del social network potranno online ed anche offline beneficiare di tecnologie innovative per la sicurezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>