Megaupload tornerà in versione legale

di Lucia Guglielmi Commenta

Il fondatore di Megaupload promette un nuovi sito indistruttibile ma legale che da un lato aggirerà le major discografiche, e dall’altro offrirà per la nuova boutique di musica un’ampia fetta dei diritti agli artisti.

Kim Schmitz, più comunemente conosciuto con il nome d’arte di Kim Dotcom, ha promesso il ritorno di Megaupload, stavolta però in versione legale dopo aver pagato a caro prezzo la sua precedente creatura con il sequestro dei beni e con il blocco dei suoi conti correnti. Ed allora, Kim Schmitz come finanzierà il “nuovo Megaupload”?

Ebbene, al momento non è dato saperlo, ma il fondatore di Megaupload promette un nuovo sito indistruttibile ma legale che da un lato aggirerà le major discografiche, e dall’altro offrirà per la nuova boutique di musica un’ampia fetta dei diritti agli artisti, ben il 90%.



MUSICA ONLINE ENTRA TRA GLI ALBUM PIU’ VENDUTI

Arrestato nel gennaio del 2012, Kim Schmitz è stato prima stanato e poi arrestato dopo un’operazione di intelligence che ha coinvolto mezzo mondo, dall’FBI alla polizia cinese e passando per le autorità tedesche e quelle olandesi. Poi Kim Dotcom è stato beccato dalle autorità della Nuova Zelanda ad Auckland a fronte della chiusura di una ventina di domini, tutti rigorosamente illegali. Sette sono state in tutto le persone arrestate che, oltre a risarcimenti milionari, rischiano decine di anni di carcere.

LETTORI MUSICALI WI-FI CON TELECOMANDO

Ed allora, con la nuova versione legale di Megaupload, Kim Schmitz intraprenderà una nuova strada, quella della legalità? Al riguardo sono in molti ad avere dei dubbi sebbene ad oggi gli arresti domiciliari in Nuova Zelanda potrebbero aver ammorbidito l’indole di Kim Schmitz che comunica attualmente attraverso la Rete utilizzando anche social network come Twitter.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>