Come proteggersi dagli attacchi DDoS

di Lucia Guglielmi Commenta

Dotato della tecnologia Arbor Networks, Fast KaleiDoS è un servizio che protegge proprio dagli attacchi DDoS, e che Fastweb mette a disposizione nell’ambito della propria offerta per le medie e grandi imprese.

Come proteggersi dagli attacchi DDoS, ovverosia quelli cosiddetti Distributed Denial of Services? Ebbene, al riguardo l’operatore di telecomunicazioni Fastweb ha presentato il nuovo servizio Fast KaleiDoS durante il Forum ICT Security che la Tecna editrice ha organizzato a Roma.

Dotato della tecnologia Arbor Networks, Fast KaleiDoS è un servizio che protegge proprio dagli attacchi DDoS, e che Fastweb mette a disposizione nell’ambito della propria offerta per le medie e per le grandi imprese, dai grandi siti di informazione agli istituti di credito e passando per le Amministrazioni Pubbliche e per i portali che operano nel settore del commercio elettronico.



LETTORE MP3 CON PANNELLO A SFIORAMENTO

Un servizio che protegga dagli attacchi DDoS è essenziale se si considera che solo nello scorso anno queste minacce in Rete sono aumentate del 36% con aumento anche dell’impatto finanziario negativo a carico delle medie e grandi imprese. In accordo con quanto reso noto da Fastweb con un comunicato, le soluzioni proposte con Fast KaleiDoS sono due, la Core Protection e la Full Protection con l’operation center dell’operatore di telecomunicazioni che, per entrambe le soluzioni, controlla costantemente il traffico ed il consumo di banda su piattaforma centralizzata.

RETI BANDA LARGA VERSO NUOVE REGOLE

Rispetto alla Core la versione Full Protection di Fast KaleiDoS offre in aggiunta la fornitura al cliente di apparati dedicati in modo da garantire livelli di sicurezza ancora più puntuali e stringenti. Il tutto a fronte di servizi business proposti ed offerti da Fastweb che per le aziende sono flessibili, dinamici e tagliati su misura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>