Policy sicurezza aziendale non sempre adeguate

di Filadelfo Scamporrino Commenta

A rischio i dati confidenziali che spaziano dalle carte di credito alle informazioni sui dipendenti e passando per i documenti di natura fiscale ed i report finanziari.

In azienda le policy di sicurezza non sono sempre adeguate. Questo è quanto emerso da un sondaggio che recentemente è stato commissionato dalla Xerox e da McAfee che al riguardo hanno avviato una collaborazione con il fine di offrire nuovi livelli di protezione. Questo perché, stando al sondaggio, il 54% dei dipendenti interpellati ha affermato che non sempre si adegua a quelle che sono per l’IT le policy di sicurezza aziendale.

Ma c’è addirittura un 21% del campione che ignora addirittura le policy IT con la conseguenza che possono essere potenzialmente a rischio i dati confidenziali che spaziano dalle carte di credito alle informazioni sui dipendenti e passando per i documenti di natura fiscale ed i report finanziari.



COME RIPRISTINARE UN COMPUTER INFETTO

E così, congiuntamente, McAfee e Xerox hanno annunciato d’aver progettato un sistema di sicurezza che è in grado di proteggere dalle minacce più svariate i dati aziendali. Rispetto al funzionamento delle soluzioni tradizionali, in accordo con quanto messo in evidenza dalla Xerox con una nota, quella sviluppata insieme alla McAfee permette di prendere da un lato le misure necessarie, e dall’altro tenere traccia sia delle fonti legate agli eventi sospetti, sia del momento esatto in cui questi sono avvenuti.

COME PREVENIRE LE INTRUSIONI NELLA RETE AZIENDALE

Secondo quanto messo in risalto dal Vice President of Embedded Sales di McAfee, Tom Moore, c’è un’evoluzione delle minacce tale che queste si stanno estendendo anche a dispositivi che in passato non venivano presi in considerazione come possibile veicolo di rischio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>