Dell Latitude Z

di Alessandro Bombardieri Commenta

Dell sta per lanciare sul mercato un notebook rivoluzionario sotto molti punti di vista...

dell

Dell sta per lanciare sul mercato un notebook rivoluzionario sotto molti punti di vista, stiamo parlando del Latitude Z, che come principale caratteristica ha quella di poter essere ricaricato senza dover usare cavi, ma sfruttando l’induzione elettromagnetica.

Basterà appoggiare il computer con la base rivolta verso il basso su una base di appoggio appositamente studiata, che è in grado di generare un campo elettromagnetico e ricaricare così la batteria del notebook. Dell definisce questo sistema a carica induttiva e sfrutta due serpentine, una inserita nel pannello inferiore del notebook e una sulla base di appoggio.

Sono due le configurazioni possibili attualmente, entrambe basate su piattaforma Intel CULV: processore SU9600 da 1,6 GHz e 4GB di memoria DDR3 o processore SU9400 da 1,4 GHz e 2 GB di memoria DDR3.

Il monitor è da 16 pollici, WLED con risoluzione massima di 1600 x 900 pixel, ed integra nella parte destra un sensore denominato EdgeTouch LCD che permette tramite il tocco di poter selezionare determinate applicazioni o di scorrere le pagine. Il pad multitouch del notebook poi permette anche funzionalità di tipo gestures, quali zoomare con due dita ecc… La scheda video è la Graphics Media Accelerator 4500MHD di Intel.

E’ presenta la connessione Ethernet e controller Wi-Fi, si può anche acquistare una docking station ultra-wideband e una mini-card per migliorare la ricezione. Si può anche installare un modulo di supporto alle reti 3G e 3G+. Lo storage interno arriva fino a 512 GB di spazio e Dell offre la possibilità di adottare uno o due SSD. La webcam funziona anche da scanner per documenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>