Come ridurre il consumo del proprio computer

di Stefania Russo Commenta

L'utilizzo del computer per svariate ore al giorno può avere un duro impatto non solo sul proprio portafoglio ma anche sull'ambiente. Se, inoltre..

blackle

L’utilizzo del computer per svariate ore al giorno può avere un duro impatto non solo sul proprio portafoglio ma anche sull’ambiente. Se, inoltre, siamo soliti utilizzare un notebook dobbiamo fare i conti con batterie che si scaricano e con prese elettriche che, se ci troviamo fuori casa, non sono poi così semplici da trovare.

Esistono, tuttavia, semplicissimi escamotage che ci consentono di ridurre il consumo di energia da parte del nostro computer. Di seguito ve ne proponiamo alcuni, velocissimi da attuare.


Anzitutto, risulta molto utile al fine di un minor dispendio di energia l’uso, come pagina iniziale, di www.blackle.com, il motore di ricerca powered by Google che ci consente di risparmiare energia per il suo sfondo completamente nero. Il monitor, infatti, necessita di maggiore energia per visualizzare una pagina a sfondo bianco piuttosto che una a sfondo nero o comunque scuro. In questo modo, quindi, sarà possibile godere dell’efficienza e della funzionalità di Google facendo, allo stesso tempo, qualcosa per se stessi e per l’ambiente.

Altro notevole aiuto viene da CO2 Saver.snap.com, un’applicazione per Windows completamente gratuita che regola le impostazioni del sistema operativo in modo che il computer, il monitor e l’hard disk consumino meno energia elettrica. L’applicazione, inoltre, calcola l’energia risparmiata convertendola in emissioni CO2. E’ possibile, quindi, visualizzare la quantità di CO2 salvata da te e quella complessivamente risparmiata da tutti gli utenti insieme, in modo che si possa visualizzare il risultato dell’azione.


Contribuisce ad un notevole risparmio anche l’uso di prodotti efficienti da un punto di vista ambientale, tutti puntualmente contrassegnati dal logo dello standard internazionale “Energy Star“. Quando si acquistano prodotti informatici, quindi, è bene verificare l’esistenza del logo sulla confezione.

Altra utilissima mossa è quella di sostituire il vostro monitor CRT con un monitor LCD, e non solo per questioni estetiche. Un monitor LCD, infatti, si stima che consuma circa il 250% di energia in meno.

Infine, risulta molto utile regolare in modo corretto le impostazioni del proprio computer, attivando la modalità automatica di standby quanto il computer è inutilizzato.

Fonte | Makeuseof

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>