Innovazioni tecnologiche per la sesta età

di Lucia Guglielmi Commenta

Il colosso Philips s’è preso l’impegno di sfruttare la tecnologia per migliorare il benessere dell’individuo, dalla nascita e fino alla “sesta età”, ovverosia quando oltre gli 80 anni è più probabile l’insorgere di malattie e di patologie croniche.

La crisi dell’euro, in parte rientrata in queste ultime settimane, è frutto sia di fattori meramente speculativi, sia di attese di un invecchiamento medio della popolazione che impone un cambiamento drastico ai sistemi di welfare. Al di là delle questioni di natura economica e finanziaria, per fortuna in Europa si vive di più, e lo stesso dicasi anche per l’Italia dove oramai le aspettative medie di vita superano gli 80 anni.

Di conseguenza, il colosso Philips s’è preso l’impegno di sfruttare la tecnologia per migliorare il benessere dell’individuo, dalla nascita e fino alla “sesta età”, ovverosia quando oltre gli 80 anni è più probabile l’insorgere di malattie e di patologie croniche. Nel dettaglio, da qui al 2025 Philips vuole migliorare il benessere e la salute di almeno tre miliardi di persone, e per questo punta verso le innovazioni tecnologiche incentrate proprio sulle esigenze dell’individuo.



CONVERTIRE FILE AUDIO IN MP3

L’impegno di Philips in tal senso, in accordo con un comunicato ufficiale emesso dalla società, spazia dai monitor fetali ai sistemi per effettuare le ecografie in 3D, e passando per i prodotti per la cura dei bambini piccoli, la telemedicina e sistemi per garantire nella cura delle patologie l’adozione di sistemi sempre meno invasivi.

LETTORE MP3 CON PANNELLO A SFIORAMENTO

Quello legato all’invecchiamento medio della popolazione non è un problema, ma una grande sfida da affrontare nell’ambito di un sempre più interconnesso rapporto tra pubblico e privato, ovverosia tra le aziende, le istituzioni, i governi e le università per una tecnologia, prima di tutto, al servizio dell’uomo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>