Intel rivoluziona il personal computing

di Filadelfo Scamporrino Commenta

Intel ha anche avviato una collaborazione con il leader dei software di protezione digitale McAfee al fine di fornire già da quest’anno sugli ultrabook delle soluzioni antifurto.

Al fine di offrire per il personal computing delle esperienze non solo più complete, ma anche più soddisfacenti, il colosso dei dispositivi a semiconduttore Intel ha reso noto che nel 2012, con il processore “Haswell“, potenzierà i dispositivi garantendo, tra l’altro, una riduzione dei consumi energetici di oltre venti volte in modalità standby.

A darne notizia è stata proprio la società americana che, inoltre, ha avviato in merito una collaborazione con il leader dei software di protezione digitale McAfee al fine di fornire già da quest’anno sugli ultrabook delle soluzioni antifurto.



INTEL CON MOTOROLA E LENOVO PER TECNOLOGIA SMARTPHONE

Senza andare a compromettere quelle che sono le prestazioni, Intel mira ad offrire con gli ultrabook, dotati della tecnologia di nuova generazione, esperienze di creazione e di fruizione dei contenuti su dispositivi quanto più possibile leggeri, sicuri ma anche eleganti.

NUOVI PROCESSORI INTEL ATOM PER I NETBOOK

Intel stima che per i primi dispositivi ultrabook occorrerà attendere il prossimo periodo natalizio. Avranno una forma elegante e, nello stesso tempo, garantiranno prestazioni eccezionali grazie ai processori Intel Core della seconda generazione. Il colosso americano in questo modo, tra l’altro, mira a soddisfare la domanda crescente in tutto il mondo di personal computer a partire dai mercati emergenti. Insomma con Intel, e con i chip di nuova generazione, la visione degli ultrabook presto diventerà una bella realtà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>