Digital divide scende in Emilia-Romagna

di Filadelfo Scamporrino Commenta

Il nuovo accordo Telecom-Regione-Lepida è in continuità con il precedente che, siglato nel 2010, scade proprio alla fine del corrente mese di marzo del 2012.

Tagliare il cosiddetto digital divide e, nello stesso tempo, andare a sviluppare sul territorio la banda ultralarga. Sono questi gli obiettivi principali di un nuovo accordo che, per l’Emilia-Romagna, ha siglato la Regione insieme a Lepida Spa ed a Telecom Italia.

A darne notizia è stata proprio la società quotata in Borsa a Piazza Affari nel sottolineare come il nuovo accordo sia in continuità con il precedente che, siglato nel 2010, scade proprio alla fine del corrente mese di marzo del 2012.



COME USANO INTERNET GLI ITALIANI

Il nuovo accordo durerà tre anni e porterà Telecom Italia ad equipaggiare ben 70 centrali circa connesse in fibra ottica. Questo grazie ad interventi di natura pubblica, ed in particolare agli investimenti della Regione Emilia-Romagna, quelli del MiSE, il Ministero dello Sviluppo Economico, e degli enti territoriali a fronte del coordinamento a livello operativo e tecnico da parte di Lepida Spa.

CELLULARI E INTERNET PANE QUOTIDIANO DEI GIOVANI

In questo modo i cittadini che, dopo la conclusione del primo accordo, sono stati esclusi dall’accesso all’Internet a banda larga, potranno in futuro fruire del servizio. Inoltre, al fine di sfruttare al meglio le sinergie tra il privato ed il pubblico, il nuovo accordo triennale, in base ad un comunicato ufficiale emesso da Telecom Italia, prevede anche collaborazioni in altri ambiti tra cui quelli relativi alla nuova tecnologia Long Term Evolution (LTE).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>