Nuovo mainframe classe enterprise di IBM

di Lucia Guglielmi Commenta

Il nuovo gioiellino di casa IBM può permette di valutare ed analizzare con grande efficienza i dati grezzi acquisiti ed immagazzinati al fine di poterli trasformare in informazioni che a loro volta generino conoscenza e business.

Un nuovo mainframe di classe enterprise di IBM che si presenta sia per il cloud computing, sia per la gestione dei dati aziendali come un sistema avente dei livelli di sicurezza insuperabili. Si presenta così “EC12“, il nuovo mainframe zEnterprise di IBM che risponde in pieno ed a tutto tondo a quelle che sono le esigenze delle imprese di proteggere e di gestire in piena sicurezza le informazioni.

Inoltre, il nuovo gioiellino di casa IBM può permette di valutare e di analizzare con grande efficienza i dati grezzi acquisiti ed immagazzinati al fine di poterli trasformare in informazioni che a loro volta generino non solo conoscenza, ma anche business.



CREARE SITO E-COMMERCE FAI DA TE

In accordo con quanto ha reso noto la IBM con un comunicato ufficiale, il nuovo mainframe classe enterprise EC12 è frutto di un lungo lavoro e di investimenti per ben un miliardo di dollari per la ricerca e per lo sviluppo.

SISTEMI OPERATIVI PIU’ ATTACCATI DAGLI HACKER

Alla realizzazione del nuovo mainframe di classe enterprise EC12 hanno infatti contribuito ben 17 laboratori del colosso americano sparsi in tutto il mondo, il centro newyorchese di Poughkeepsie ed anche alcuni clienti della IBM che in merito hanno dato un contributo alquanto prezioso. Rispetto alla generazione precedente, il nuovo mainframe di classe enterprise EC12 di IBM offre una capacità totale di sistema superiore al 50% unitamente al 25% di prestazioni complessive in più grazie ad un processore che, a 5,5 GHz, individua il chip più veloce al mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>