Tecnologia per la scuola con Genitori in Video

di Filadelfo Scamporrino Commenta

In accordo con quanto reso noto da Microsoft Italia con un comunicato ufficiale, il progetto “Genitori in Video” è stato presentato proprio oggi, mercoledì 20 marzo del 2013.

Seguire i propri figli a scuola da un lato, e districarsi tra i tanti impegni dall’altro. E’ questa la vita di molti genitori che ora può essere semplificata e migliorata senza dover rinunciare a monitorare quello che è l’iter scolastico dei propri figli.

Succede con “Genitori in Video“, un progetto che viene promosso dalla Microsoft Italia e dal Comune di Milano in forza alla collaborazione di partner di spicco nel settore delle tecnologie come Asus, Plantronics e Microsys.



TROVARE PASSWORD ROUTER

In accordo con quanto è stato reso noto da Microsoft Italia con un comunicato ufficiale, il progetto “Genitori in Video” è stato presentato proprio oggi, mercoledì 20 marzo del 2013, al fine di dimostrare come per il mondo della scuola e nella cura della famiglia la tecnologia possa svolgere un ruolo importante e spesso indispensabile. “Genitori in Video”, infatti, azzera le distanze indipendentemente dagli orari di lavoro e da ogni altro impegno con la prima sperimentazione del progetto che partirà in particolare dal Civico Polo Scolastico “A. Manzoni”.

PROTEZIONE ANTIVIRUS MICROSOFT SECURITY ESSENTIALS

Con le tecnologie a disposizione oggi, non senza un periodo di adeguata formazione per i docenti, la realizzazione di colloqui a distanza tra la scuola ed i genitori è abbastanza semplice. Così come i genitori abbattendo ogni distanza posso informarsi e condividere puntualmente quelli che sono i risultati raggiunti dagli studenti nel corso delle interrogazioni e dei compiti in classe. Per questo si utilizzeranno soluzioni per la comunicazione come Skype e Microsoft Office 365.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>