Grand Slam Tennis 2 targato EA

di Filadelfo Scamporrino Commenta

Ecco Grand Slam Tennis 2, il nuovo videogioco targato EA che da qualche giorno a questa parte è uscito sul mercato per le console PlayStation 3 e Xbox 360.

Giocare a tennis in tutti i tornei validi per il cosiddetto Grand Slam, ovverosia Wimbledon, l’Australian Open, il Roland Garros e gli Open degli Stati Uniti. Succede con Grand Slam Tennis 2, il nuovo videogioco targato EA che da qualche giorno a questa parte è uscito sul mercato per le console PlayStation 3 e Xbox 360.

Per l’occasione legata all’arrivo del videogioco nei negozi la EA ha contestualmente annunciato la pubblicazione online del trailer di lancio di Grand Slam Tennis 2. Il nuovo Grand Slam Tennis 2 targato EA presenta delle importanti novità a partire dal supporto del PlayStation Move e passando per il controllo totale della racchetta durante il gioco, e per l’ampio ventaglio di giocatori che si possono scegliere, per giocarci insieme o contro, e che hanno fatto la storia del tennis.



VIDEOGIOCHI GRATIS SUI TELEFONINI SPOPOLANO

Stiamo parlando, in particolare, di assi del presente e del passato del calibro di Roger Federer, John McEnroe, Rafael Nadal, Venus Williams, Novak Djokovic, Maria Sharapova, Bjorn Borg e Serena Williams.

PS VITA ABBONAMENTO O RICARICABILE

Il Total Racquet Control di cui è dotato il gioco Grand Slam Tennis 2 permette all’utente di definire per ogni colpo, con accuratezza, la precisione e la potenza. In questo modo si possono tirare contro l’avversario dei dritti devastati, ma anche volée di precisione, smash e rovesci angolatissimi. A fronte di un ampio ventaglio di funzioni disponibili, con Grand Slam Tennis 2 si può giocare con le avvincenti sfide testa a testa online, oppure con la modalità carriera che dura ben dieci anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>