Debutta la nuova Posta in arrivo di Gmail

di Alessandro Bombardieri Commenta

I rumors delle settimane scorse sono stati confermati, con la presentazione ufficiale della nuova Posta in arrivo di Gmail da parte di Google. L’obiettivo con questo aggiornamento è quello di semplificare la visualizzazione delle email, offrendo all’utente una suddivisione delle stesse per categoria.


I messaggi presenti nella casella Posta in arrivo di Gmail ora vengono divisi in speciali categorie, che compariranno nella parte in alto del display nella versione dekstop. Le varie categorie in cui si divide la Posta in arrivo saranno Principale, Social, Promozioni, Aggiornamenti e Forum, ma l’utente sarà in grado di personalizzare questa visualizzazione, potendo anche rimuovere quelle che non interessano, così come potrà essere disabilita tutta la funzione volendo.

Nella sezione Principale saranno visualizzate le email più importanti, ossia quelle provenienti dai propri contatti “reali”, quindi da persone. Nella categoria Social compariranno le email di notifica e di aggiornamento dei vari social network come Facebook, Twitter, Google +. In Aggiornamenti saranno visibili le mail relative ai propri ordini, alle spedizioni, ai biglietti aerei acquistati e così via. Promozioni includerà i messaggi provenienti dai vari siti di e-commerce, mentre Forum le email relative ai forum a cui si è iscritti.

ELIMINARE ACCOUNT GMAIL

In questo modo dovrebbe essere più semplice districarsi fra tutte le email ricevute, potendo concentrarsi solamente su quelle più importanti o comunque potendo scegliere quali visualizzare. Come sempre l’aggiornamento della versione desktop di Gmail avverrà gradualmente nel corso dei prossimi giorni, in contemporanea con il rilascio dell’upgrade per l’app Gmail per Android, sul Play Store.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>