Microsoft YouthSpark entra nel vivo

di Lucia Guglielmi Commenta

Nel dettaglio, il target dei progetti è dato dai giovani in condizione di svantaggio, in modo da offrire loro competenze e formazione di base a livello informatico.

Tre progetti: “Giovani & lavoro. IT fattore abilitante”, in collaborazione con CNCA; “Meet no Neet”, in collaborazione con Fondazione Mondo Digitale, e “Start-up Revolutionary Road”, in collaborazione con la Fondazione Cariplo. Sono questi i tre progetti che, nell’ambito dell’iniziativa YouthSpark avranno il sostegno della Microsoft Corporation.

A darne notizia è stata proprio la società di Redmond nel sottolineare come in questo modo nel nostro Paese si contribuirà a favorire l’ingresso nel mondo del lavoro attraverso progetti di formazione e di incentivazione all’imprenditorialità.



TAGLIARE MP3 CON MP3CUT

Nel dettaglio, il target dei progetti è dato dai giovani in condizione di svantaggio, in modo da offrire loro competenze e formazione di base a livello informatico. Ed anche i giovani laureati, gli studenti universitari e quelli che frequentano il liceo in modo tale da poter acquisire subito quelle competenze che a livello professionale potranno poi essere spese nel mondo del lavoro.

SISTEMI OPERATIVI PIU’ ATTACCATI DAGLI HACKER

Il programma Microsoft YouthSpark si inserisce pienamente nell’ambito di “Skills for the future”, una strategia messa a punto dalla Commissione Europea per andare a modernizzare nel Vecchio Continente quelli che sono i sistemi educativi. Il tutto dopo una lunga crisi economica che ha fatto aumentare il numero dei senza lavoro. L’Italia in tal senso è purtroppo un esempio visto che il tasso di disoccupazione è al 36,5% tra i giovani di età compresa tra i 15 ed i 24 anni. Ricordiamo che per saperne di più sul Programma YouthSpark della Microsoft c’è il sito www.microsoft.com/about/corporatecitizenship/en-us/youthspark/.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>