Apple ed il progetto Cocktail per iTunes

di Alessandro Bombardieri Commenta

Apple avrebbe deciso finalmente di lanciarsi nel mercato dei tablet PC...

macbook_tablet

Secondo le ultime indiscrezioni anche Apple avrebbe deciso finalmente di lanciarsi nel mercato dei tablet PC, e già circolano le prime voci sul nome, che potrebbe essere semplicemente iTablet. A rendere note questo novità è stato il Financial Times il quale sostiene inoltre che il nuovo tablet di Cupertino dovrebbe arrivare già sugli scaffali di tutto il mondo tra settembre e dicembre 2009.

Però Apple Insider afferma che la data dovrebbe essere posticipata, circa agli inizi del 2010, ma non molto più in là.

Su caratteristiche tecniche e design però non si sa ancora assolutamente niente, circolano in rete da tempo render di idee possibili ma dal canto suo Apple non ha mai nemmeno rilasciato una parola su questo progetto.

apple_tablet

E’ però uscita l’ipotesi di un rilancio prepotente di iTunes Store da parte dell’azienda di Steve Jobs, che punterebbe molto sull’integrazione del nuovo iTablet con iTunes, andando a proporre un nuovo servizio che dovrebbe prendere il nome di Cocktail.

Come suggerisce il nome, con Cocktail, dovremmo essere in grado di scaricare contenuti multimediali relativi ai nostri artisti preferiti, non relegando iTunes alla sola vendita di brani musicali o film. Potremmo così trovare per esempio i contenuti aggiuntivi di un film che solitamente sono presenti solo nella versione dvd o blu-ray direttamente online, potremmo avere il libretto di un album insieme al cd (cosa che in realtà succede già per alcuni specifici artisti), video live ecc…

Ecco, rimane appunto da vedere quanto inciderà questo nuovo servizio, perché in realtà proporrebbe contenuti multimediali già presenti in altri formati, staremo a vedere…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>