Apple integra hardware-software e servizi

di Lucia Guglielmi Commenta

E per questo alcune delle figure aziendali chiave assumeranno maggiori responsabilità per quel che riguarda i propri ruoli.

L’IPhone 5, l’iPod nano, il MacBook Pro, l’iPad mini. Ed ancora il nuovo iPad, l’iPod touch, l’iMac ed il sistema operativo iOS 6. Sono tutti nuovi prodotti e nuove creazioni del colosso di Cupertino, la Apple, che ora dopo l’ennesimo record di vendite ha deciso di accelerare dal fronte dell’integrazione tra l’hardware, il software ed i servizi.

E per questo alcune delle figure aziendali chiave della Apple assumeranno maggiori responsabilità per quel che riguarda i propri ruoli. Trattasi, nello specifico, di Bob Mansfield, di Craig Federighi, di Jony Ive e di Eddy Cue.



CREARE SITO E-COMMERCE FAI DA TE

Queste, in accordo con quanto reso noto da Apple con un comunicato ufficiale, sono le responsabilità aggiuntive: Jony Ive per la Human Interface, Eddy Cue per Siri e Mappe, Craig Federighi alla guida per i sistemi operativi iOS edOS X, Bob Mansfield per il nuovo gruppo “Tecnologie”. John Browett invece lascia la società di Cupertino che ora è alla ricerca di uno nuovo responsabile per il Retail. Tra le partenze, il prossimo anno, c’è anche quella di Scott Forstall.

SISTEMI OPERATIVI PIU’ ATTACCATI DAGLI HACKER

Il CEO di Apple, Tim Cook, ha sottolineato come quello attuale per l’azienda sia uno dei periodi più prolifici della sua storia per quel che riguarda sia l’innovazione, sia i nuovi prodotti che vengono immessi sul mercato. Tutto ciò, ha aggiunto il CEO del colosso quotato in Borsa a Wall Street, è frutto proprio di un impegno continuo nell’integrare strettamente l’hardware, il software ed i servizi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>