iPhone 4G costo inferiore al 3GS

di Alessandro Bombardieri 3

Il prossimo 4G costerà meno dell'attuale 3GS.

morganstanley-100226

Il mercato degli smartphone è in continua evoluzione e soprattutto nell’ultimo periodo sta sempre prendendo più piede anche in Italia questo fenomeno.

Dopo aver letto delle indiscrezioni sul prezzo in Italia del Google Nexus One, ora è il turno di parlare del prossimo melafonino, l’iPhone 4G.

Secondo le prime voci che arrivano dalla rete il nuovo iPhone 4G dovrebbe costare meno dell’attuale iPhone 3GS, che rappresenta il meglio nella gamma del telefono Apple.

Stando a quanto scritto da Katy Huberty, analista di Morgan Stanley, il prossimo 4G costerà meno dell’attuale 3GS (699€ la versione 32 GB) ed arriverà sul mercato già nel mese di giugno prossimo.

Come scritto da Huberty online, finora il problema maggiore per Apple è stato quello relativo al prezzo dei componenti hardware, che ha fatto lievitare inevitabilmente anche il prezzo del dispositivo finale al pubblico.

Secondo Huberty Apple potrebbe cambiare strategia in tema hardware per riuscire a produrre l’iPhone a minor prezzo e poterlo quindi vendere ad un prezzo concorrenziale.

Ad oggi l’iPhone che costa meno ha ancora un prezzo di 499€ e parliamo del vecchio 3G, mentre per portarsi a casa un 3GS servono almeno 599€ (16 GB). Katy Huberty infine ha parlato anche del lato puramente tecnico: secondo le sue fonti nel nuovo 4G saranno implementate funzionalità gesture-based, come accade già nel recente Magic Mouse.

Commenti (3)

  1. Ottimo articolo.. Grazie mille! 😉

  2. costa troppo comunque a mio avviso

  3. “””Come scritto da Huberty, il problema maggiore per Apple è stato quello relativo al prezzo dei componenti hardware, che ha fatto lievitare inevitabilmente anche il prezzo del dispositivo finale al pubblico”””.
    Queste affermazioni offendono l’intelligenza degli acquirenti… Come tutti sanno l’iphone viene realizzato in Cina ad un costo irrisorio… fanno più bella figura se affermano che le invenzioni migliori si pagano… Andrebbe giustificato (ma solo in parte) il prezzo se veniva realizzato in Giappone (anche la Sony realizza le videocamere in Cina – sui loro prodotti si legge made in P.R.C.) oppure in Svizzera.
    Spero solo che la concorrenza realizzi prodotti validi e poi vediamo se abbassa i prezzi.
    Saluti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>