Problemi telefonia mobile più comuni

di Filadelfo Scamporrino Commenta

Ecco i problemi più comuni in accordo con un Rapporto dell’Agcom.

Scarsa qualità del servizio, contestazione di fatture, ma anche l’assenza della copertura in banda larga. Sono questi, per la fonia mobile, i problemi più comuni in accordo con un Rapporto dell’Agcom, Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, stilato in base alle segnalazioni acquisite dagli utenti stessi. In particolare, in merito alla qualità del servizio gli utenti lamentano sia casi di velocità ridotta nella navigazione, sia guasti che spesso sono prolungati.

Sulla contestazione delle fatture emesse dagli operatori di fonia mobile a spiccare sono i casi legati all’attivazione di servizi e di opzioni che vengono disconosciute, ovverosia per le quali l’utente dichiara di non averne mai dato autorizzazione con il proprio consenso/assenso.



PORTABILITA’ NUMERO CELLULARE IN 24 ORE

Ma sulle fatturazioni non mancano anche le problematiche e le contestazioni legate al traffico in roaming e, in generale, alla mancanza, da parte dei gestori, di meccanismi che garantiscano all’utente il controllo della spesa. Con la conseguenza che poi scatta il superamento del bundle di servizio senza alcun preavviso.

COME SCHIVARE IL TRAFFICO INTERNET MOBILE ANOMALO

Quasi 12 italiani su cento per la fonia mobile lamentano la mancanza di copertura a banda larga, mentre quasi l’11% rileva problemi e disservizi legati al passaggio da un operatore ad un altro. In particolare, è una missione quasi impossibile utilizzare in migrazione da un operatore ad un altro l’account relativo alla posta elettronica. Non mancano inoltre anche le problematiche che i consumatori hanno segnalato in merito ai servizi di pay-tv, dalla qualità dei servizi al diritto di recesso e passando per il diritto al cosiddetto ripensamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>