Come bloccare le minacce con la potenza del cloud

di Lucia Guglielmi Commenta

Secondo quanto riportato dal sito Internet ufficiale TrendMicro.it, la nuova infrastruttura per la sicurezza cloud-based riesce in maniera ancora più precisa e rapida a bloccare le minacce prima che vadano a generare attività nocive sugli elaboratori.

Come bloccare le minacce informatiche con la potenza del cloud? Ebbene, la risposta in merito ce la fornisce Trend Micro che ha alzato il velo sulla nuova Smart Protection Network, un’infrastruttura la cui prima versione è stata presentata nell’anno 2008.

In particolare, secondo quanto riportato dal sito Internet ufficiale della Trend Micro, TrendMicro.it, la nuova infrastruttura per la sicurezza cloud-based riesce in maniera ancora più precisa e rapida a bloccare le minacce prima che vadano a generare attività nocive sugli elaboratori.




PROTOCOLLI SICUREZZA SHOPPING ONLINE

Le nuove tecnologie adottate dalla nuova infrastruttura spaziano dalle regole di vulnerabilità a quelle per la reputazione delle app mobili, e passando per le regole per l’ispezione di rete e quelle che vanno a minimizzare i cosiddetti falsi positivi. Tutti questi, in accordo con quanto ha spiegato proprio Trend Micro con un comunicato ufficiale, identificano a livello di implementazione dei nuovi tool che sono comportamentali in quanto le nuove minacce vengono identificate in maniera proattiva.

SISTEMI OPERATIVI PIU’ ATTACCATI DAGLI HACKER

Per quel che riguarda la disponibilità della nuova infrastruttura, questa risulta essere integrata in maniera strategica nei servizi e nei prodotti di Trend Micro sia per l’utenza business, sia per quella consumer. La nuova Smart Protection Network include anche alcuni tool online gratuiti, tra cui Trend Micro Smart Surfing per i dispositivi Apple, Trend Micro HouseCall for Mobile e Trend Micro HouseCall, lo scanner anti-virus on demand. Per saperne di più sulla nuova Smart Protection Network basta andare sul sito Internet TrendMicro.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>