Link nocivi sui social network

di Lucia Guglielmi Commenta

Sono in continuo aumento le problematiche legate alla sicurezza in Internet.

Il rischio di avere a che fare con la presenza di link nocivi, per il computer e per la sicurezza dei propri dati, è più alto nell’ambito dell’utilizzo dei social network rispetto ai siti per adulti. A rilevarlo è stata Kaspersky Lab nel sottolineare come siano in continuo aumento le problematiche legate alla sicurezza in Internet. Se in passato infatti le minacce visibili erano le più diffuse, ora è sempre più vasto il rischio di infezioni ai computer non visibili.

Sono queste infatti le minacce online più diffuse che si propagano attraverso l’inserimento di malware da falsi siti Web e/o da portali che sembrano originali, ma che invece sono stati manipolati e frutto di un reindirizzamento di pagina guidato proprio dal codice malizioso che intanto ha infettato la macchina.



SISTEMI OPERATIVI PIU’ ATTACCATI DAGLI HACKER

E così non sorprende il fatto che la maggiore diffusione dei link nocivi avviene attraverso i social network. Inoltre, se da un lato la mole di spam, ovverosia di messaggi di posta elettronica indesiderati, è in diminuzione, nello stesso tempo è in costante crescita la percentuale di messaggi sul totale che contengono al loro interno link nocivi e/o allegati pericolosi.

COME PROTEGGERE UN CELLULARE ANDROID

Ecco perché secondo gli esperti Kaspersky Lab da un lato lo spam diminuisce, ma dall’altro sta diventando sempre più pericoloso in quanto i cyber criminali nei messaggi utilizzano tecniche sempre più raffinate e stimolanti la curiosità dell’utente nell’andare a cliccare su link e/o allegati che richiamano magari a personaggi famosi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>