Cloud computing nuova frontiera IT

di Filadelfo Scamporrino Commenta

A metterlo in evidenza è stata la Microsoft che al riguardo ha condotto uno studio insieme alla società specializzata ICT dal titolo "L’impatto del Cloud Computing sull’occupazione".

Nel settore dell’Information Technology i processi innovativi legati al cloud computing saranno in grado di creare in tutto il mondo, su base annua, profitti per ben 1,1 miliardi di dollari a fronte della creazione di 14 milioni di nuovi posti di lavoro.

A metterlo in evidenza è stata la Microsoft che al riguardo ha condotto uno studio insieme alla società specializzata IDC dal titolo “L’impatto del Cloud Computing sull’occupazione”, da cui è emerso come i circa 14 milioni di nuovi posti di lavoro il cloud computing potrà generarli dal 2011 al 2015. In merito sono attesi anche forti tassi di crescita in Italia visto che le previsioni parlano di un balzo del 125% degli occupati entro il 2015 in quello che è l’ecosistema IT associato al cloud computing.



NUOVI PROCESSORI INTEL ATOM PER I NETBOOK

Il Rapporto IDC rivela come rispetto alle grandi aziende saranno le PMI a adottare in maniera più rapida i servizi cloud anche per effetto di minori vincoli legati alle scelte ed alla pianificazione degli investimenti nell’Information Technology.

COPIARE HARD DISK CON HDD RAW COPY

I settori più promettenti per lo sviluppo e l’espansione del cloud computing sono quelli dei media e delle comunicazioni, ma anche il comparto bancario e quello manifatturiero con conseguenti nuove opportunità a livello occupazionale. A livello geografico a guidare l’espansione saranno i Paesi Emergenti con in testa la Cina e l’India che messi assieme creeranno nuova occupazione correlata al cloud computing per quasi 7 milioni di nuovi posti di lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>