Hard disk: dove si va a parare?

di Gianluca Bruno Commenta

La loro memoria, misurata in multipli di bytes, è in continua crescita e ha raggiunto valori che tempo fa erano insperabili..

la foto mostra un hard disk

Lo sviluppo di hard disk, comunemente chiamati dischi fissi, ossia quei sistemi di memoria a lungo termine che possono essere interni o esterni al computer, è in continua e inesorabile crescita.

Se nello sviluppo di processori sussistono limiti di velocità dovuti al surriscaldamento dell’apparecchio, il miglioramento della capacità di memoria degli hard disk sembra non avere fine.

La loro memoria, misurata in multipli di bytes, è in continua crescita e ha raggiunto valori che tempo fa erano insperabili: dai primi computer con pochi megabytes di memoria a un normale computer di oggi con almeno 500 Gigaybytes di disco fisso, ce ne passa.


È d’altro canto anche vero che le applicazioni di adesso, siano essi programmi, giochi o video, richiedono sempre più memoria disponibile, indice spesso della maggior qualità o di maggiori funzioni delle applicazioni.


Sono addirittura usciti dischi Samsung (ideatore si Samsung Omnia) con la capacità di 1 terabyte
Certo sono prodotti di nicchia, ancora adatti solo ad esigenze aziendali, però il futuro è dietro l’angolo. Oltre alla capacità di memoria un altro aspetto fondamentale che viene continuamente migliorato è l’affidibilità, riducendo i rischi di danneggiamenti dovuti per esempio a problemi di alimentazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>