MacBook Air: un futuro in fibra di carbonio

di Stefania Russo Commenta

E' di pochi giorni la notizia che il nuovo iPhone 3G ha raggiunto il primato di telefono più venduto negli Stati Uniti, primato fino a..

E’ di pochi giorni la notizia che il nuovo iPhone 3G ha raggiunto il primato di telefono più venduto negli Stati Uniti, primato fino a poche settimane prima detenuto dal Motorola Razr. A questo primato bisogna poi aggiungere quello del MacBook Air che, ad oggi, è il notebook più sottile del mondo. Ma, a quanto pare, Apple non si accontenta, o almeno, non vuole dormire sugli allori, cercando ogni giorno nuovi escamotage affinchè i suoi prodotti mantengano i primati di vendita e innovazione finora raggiunti.

Si vocifera, infatti, che Apple stia analizzando la possibilità di sostituire alcune parti del MacBook Air, attualmente in alluminio, con materiale in fibra di carbonio al fine di rendere il nootebook ancora più leggero.


Alcuni hanno parlato dell’intenzione di Apple di sostituire l’intero telaio in alluminio con questo nuovo materiale anche se appare impropabile che una simile modifica, così radicale, avvenga a breve poichè sarebbe necessaria una completa riprogettazione del nootebook.

Tuttavia Apple, in questo modo, prevede di ridurre il 10% dell’attuale peso del nootebook che, detto così, potrebbe sembrare poco ma, secondo gli esperti, non bisogna sottovalutare l’incidenza che questa innovazione potrebbe avere su un un futuro slogan commerciale. Attraverso questa novità, infatti, Apple punta soprattutto a mostrare la sua abilità ingegneristica rispetto al mercato di massa.


Ovviamente un nuovo MacBook con parti in fibre di carbonio determinerà inevitabilmente un aumento dei prezzi..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>