WhatsApp introduce la funzione Push To Talk

di Gianni Puglisi Commenta

whatsapp-ptt

Nonostante l’arrivo sugli store di applicazioni alternative che offrono anche la possibilità di chiamare gratuitamente, WhatsApp continua ad essere l’app preferita da milioni di utenti. Proprio per rimanere al passo con i rivali, sta arrivando una nuova caratteristica in WhatsApp…


La nuova funzione che presto sarà disponibile per tutti in WhatsApp prende il nome di Push To Talk: si tratta di una sorta di walkie talkie, infatti grazie a questa funzione è possibile inviare ai propri contatti dei messaggi vocali. Va detto che anche in precedenza era già presente la possibilità di inviare messaggi audio, ma tale opzione era nascosta nei vari menu, invece adesso è in primo piano.

Come si può vedere nell’immagine ad inizio articolo, a destra della casella di testo ed appena sopra la tastiera, è ora presente un’icona rappresentante un microfono. Per registrare il proprio messaggio vocale è sufficiente tenere premuta questa icona, mentre per terminare la registrazione basta lasciare andare la pressione. In automatico il messaggio viene inviato al contatto della conversazione, perciò bisogna stare molto attenti a quello che si dice perchè per annullare la registrazione bisogna trascinare il dito verso sinistra prima di rilasciare.

IMPOSTARE LO STATO SU WHATSAPP

A quanto pare non c’è nemmeno bisogno di effettuare l’aggiornamento dell’app tramite i vari store, ma sembra che WhatsApp inserisca in automatico questa funzione senza nessun update. Al momento tale opzione sembra ancora non essere stata diffusa a tutti gli utenti, ma nel corso delle prossime ore o dei prossimi giorni dovrebbe essere disponibile in tutto il mondo. Chissà se questa funzione basterà a WhatsApp per respingere gli attacchi delle apps rivali…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>