Microsoft Office 2010 primi dettagli

di Alessandro Bombardieri Commenta

Office 2010 dovrebbe arrivare sul mercato entro la metà del 2010...

ms_office_logo

Come vi avevamo anticipo qualche giorno fa, in questi giorni sarebbe stato presentato ufficialmente Microsoft Office 2010, e così è stato. Infatti nella giornata di ieri la casa di Redmond ha portato alla Worldwide Partner Conference 2009 un’anteprima del prossimo Office che verrà.

Microsoft ha assegnato al progetto lo stato di Technical Preview, e la suite Office è già stata rilasciata ai partner che si trovavano alla conferenza a New Orleans, i quali si erano dovuti registrare precedentemente per poter avere la versione di prova.

Office 2010 dovrebbe arrivare sul mercato entro la metà del 2010, e sarà proposto in 5 diverse versioni, contro le 8 attuali per Office 2007, che saranno: Home and Student (Word, PowerPoint, Excel e OneNote), Home and Business (Word, PowerPoint, Excel, OneNote e Outlook), Standard ( Word, PowerPoint, Excel, OneNote, Outlook e Publisher), Professional (Word, PowerPoint, Excel, OneNote, Outlook, Publisher e Access), Professional Plus (Word, PowerPoint, Excel, OneNote, Outlook, Publisher, Access e SharePoint Workspace e InfoPath). E’ sicuro che la Microsoft non è molto brava nel semplificare le cose.

ms-office-14_large1

Ricordiamo inoltre che sarà rilasciato anche Office Web, una suite office disponibile online con spot pubblicitari e funzionalità semplificate, ma gratis. Le modifiche principali a Office 2010 invece riguardano la creazione dei grafici rivisitata per Excel, nuova modalità editing video e immagini per PowerPoint, miglior gestione e-mail e calendari in Outlook e possibilità di lavorare online assieme sullo stesso documento. E’ previsto l’arrivo anche di una versione per Windows Mobile di Office 2010.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>