Proteggere la connessione WiFi con crittografia a 256 bit

di Alessandro Bombardieri Commenta

WiFi Protector permette di proteggere la propria rete wireless.

Ogni volta che ci si connette ad una rete WiFi si è potenzialmente a rischio attacco da parte di qualche hacker o programma maligno. Qualcuno con le giuste conoscenze può infatti sfruttare la mancanza di protezione di una rete per intrufolarsi nei dispositivi collegati ad essa e rubare dati importanti.

Mantenere la propria rete wireless sempre protetta diventa perciò importante per evitare spiacevoli sorprese. In questo articolo vediamo come funziona il programma per Windows chiamato WiFi Protector, che consente di tenere protetta la rete e controllare i dispositivi collegati ad essa.


Questo strumento molto semplice da utilizzare sfrutta la crittografia a 256 bit per proteggere la rete, nasconde inoltre il reale indirizzo IP permettendo anche di navigare su siti e di visualizzare video bloccati nella propria regione geografica.

All’avvio del programma non compare nulla infatti il software gira in background, consentendo di navigare online come si è sempre fatto, alla stessa velocità ed anzi consentendo anche l’accesso ai contenuti normalmente bloccati nella propria regione.

USARE PC COME HOTSPOT WIFI

Aprendo il programma nella parte sinistra si possono vedere informazioni come Status, Protection Enabled o Disabled e il numero dei Trusted devices (dispositivi fidati) nella rete. Nella parte destra del programma sono elencate le reti WiFi ed è possibile attivare la protezione per il proprio network. Cliccando il pulsante View Trusted Devices a sinistra si vedrà l’elenco dei dispositivi collegati alla rete: per i dispositivi che conoscete potete cliccare Trust this device, così verrete notificati quando si connetteranno altri dispositivi.

WiFi Protector funziona su versioni 32 e 64 bit di Windows XP, Windows Vista e Windows 7.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>