Limitare la quantità di dati che Google Play Music usa su Android

di Alessandro Bombardieri Commenta

google_play_music

Google Play Music è il servizio di Big G che consente agli utenti di accedere alla propria libreria musicale in qualsiasi momento, sfruttando una connessione ad internet. Grazie al servizio messo a punto da Google è possibile ascoltare in streaming la propria musica, senza bisogno di salvare i brani in locale sul dispositivo.


Questo approccio ha perso un effetto collaterale, ossia quello che è necessario effettuare lo scaricamento dei dati delle varie canzoni, e questo può rivelarsi un problema, in particolare quando si ascolta la musica sotto rete mobile e non sotto una rete WiFi.

Con l’ultimo aggiornamento di Google Play Music è stata anche introdotta la possibilità di ascoltare brani non presenti nella propria libreria ed in questo modo saranno ancora di più i dati che il device deve scaricare. Diventa quindi importante sapere impostare la qualità dello streaming sotto rete mobile, così da non sforare i limiti imposti dal proprio piano dati.

GOOGLE PLAY MUSIC SU WINDOWS 8

Dopo aver aggiornato Google Play Music all’ultima versione disponibile, è sufficiente cliccare il tasto menu del device e aprire le Impostazioni. Nella sezione STREAMING si può scegliere la qualità dello streaming sotto la rete mobile alla voce ‘Qualità streaming per la rete mobile‘, tra bassa, media e alta. Ovviamente più bassa sarà la qualità, meno saranno i dati scaricati. Nella stessa sezione è inoltre possibile mettere la spunta sull’opzione ‘Streaming solo WiFi‘, così da evitare del tutto di scaricare dati sotto rete mobile ed evitare sicuramente di superare i limiti del proprio piano telefonico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>