Programmare invio email Gmail con Boomerang per Android

di Gianni Puglisi Commenta

boomerang

Per Android sono disponibili tante applicazioni che permettono di gestire le email, a partire da quella integrata nel sistema operativo di Google, arrivando fino a quella di Gmail ufficiale, che è la preferita degli utenti del servizio di Big G per la posta elettronica.


Nonostante questo, l’app Boomerang per Android può diventare la prescelta di molti, in quanto offre funzioni che è impossibile trovare nelle altre apps, in particolare in quella ufficiale di Google. La caratteristica principale di Boomerang (disponibile da tempo come estensione per i browser desktop) è la capacità di programmare l’invio delle email, così da poter spedire i messaggi ad un determinato orario.

Dopo aver lanciato l’app Boomerang per Android bisogna effettuare il login con le proprie credenziali di Google, quindi bisogna consentire l’autorizzazione necessaria. L’interfaccia principale dell’app è come ci si potrebbe aspettare da un’applicazione per la gestione delle email, inoltre è molto pulita e propone lo scrolling infinito nella casella della Posta in arrivo. L’icona per la composizione di un nuovo messaggio è posizionata in alto a destra.

ELIMINARE ACCOUNT GMAIL

Come già detto la funzione più interessante di Boomerang per Android è la possibilità di programmare l’invio delle email, ma oltre a questo è anche possibile impostare uno ‘snooze’, così da rimandare lo stesso messaggio di posta se il destinatario non risponde entro un certo periodo di tempo. Boomerang per Android propone anche il supporto alle gesture, che possono tornare utili per archiviare, eliminare i messaggi velocemente.

Boomerang per Android è scaricabile gratuitamente dal Google Play Store e richiede Android 2.2 almeno per funzionare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>