Come avviare il computer in modalità provvisoria

di Martina Oliva Commenta

Se in seguito all’installazione di un nuovo driver Windows non riesce più ad avviarsi, se l’installazione di un nuovo programma ha causato la comparsa di strani messaggi di errore molto probabilmente è il caso di avviare il computer in modalità provvisoria al fine di far fronte al verificarsi delle problematiche.

Come riattivare l'audio del PC

La modalità provvisoria è infatti una modalità speciale in cui il sistema carica solo i file e i driver minimi necessari per l’esecuzione di Windows consentendo di evitare problemi e malfunzionamenti causati da driver o software incompatibili installati sul PC e consentendo una facile disinstallazione di questi ultimi. Scopriamo quindi che cosa bisogna fare per avviare il computer in modalità provvisoria.

Per avviare il computer in modalità provvisoria sugli OS Windows precedenti a Windows 8 è necessario avviare il computer e premere continuamente il tasto F8 della tastiera del tuo PC dopo la primissima schermata di accensione. Dopo aver fatto ciò comparirà una schermata su fondo nero con varie opzioni fra cui scegliere. Utilizzando le frecce direzionali presenti sula tastiera si dovrà selezionare l’opzione Modalità provvisoria per avviare Windows nella modalità provvisoria classica (sprovvista anche della connettività Internet), la voce Modalità provvisoria con rete per accedere alla versione della modalità provvisoria provvista di connessione internet oppure l’opzione Modalità provvisoria con prompt dei comandi per avviare la modalità provvisoria da linea di comando (solo per utenti esperti). Dopo aver selezionato l’opzione più adatta alle proprie esigenze si dovrà premere il tasto Invio sulla tastiera. Dopo qualche istante verrà mostrata la classica schermata di accesso di Windows. Si dovrà quindi digitare la password del proprio account e si dovrà poi premere il tasto Invio per avviare la modalità di emergenza.

Per avviare il computer in modalità provvisoria su Windows 8 e successivi è invece possibile attenersi all’apposita procedura indicata in un post precedente.

Da notare che in entrambi i casi dopo aver apportato le dovute modifiche a Windows sarà necessario riavviare il sistema in modalità classica per constate l’effettiva scomparsa delle problematiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>