Nuovi brevetti Apple, touch screen tattile

di Alessandro Bombardieri Commenta

Apple ha infatti depositato nuovi brevetti molto interessanti riguardanti il touch screen...

101713-object_recognition_300

Apple è sempre proiettata verso il futuro, il nuovo iPhone 3GS è appena sbarcato sul mercato ma secondo molti la casa di Cupertino starebbe già lavorando ad un nuovo modello di iPhone, anche se prima forse sarebbe meglio sistemare le lacune presenti nell’ultimo firmware 3.0 prima di pensare ad altro.

Apple ha infatti depositato nuovi brevetti molto interessanti riguardanti il touch screen in particolar modo, anche se non è assolutamente detto che un brevetto si trasformi in un nuovo prodotto nell’arco di pochi mesi.

Comunque, il primo brevetto, forse il più interessante, riguarda una tecnologia che sarebbe in grado di riprodurre sullo schermo touch degli oggetti fisici, praticamente ad ogni applicazione potrebbero corrispondere diversi pulsanti, percepibili con le dita.

101713-unread_status_500

Si tratta di una griglia formata da attuatori piezoelettrici, capaci di riprodurre uno schermo tattile.

Un altro brevetto riguarda il riconoscimento delle impronte digitali, la cosiddetta identificazione biometrica, la quale potrebbe aumentare il livello di sicurezza del dispositivo, così come potrebbero nascere nuove applicazioni ad hoc.

L’ultimo brevetto riguarda l’inserimento di un lettore RFID (sempre incentrato sulla sicurezza personale) all’interno del display.

Apple comunque per ora non ha rilasciato niente di ufficiale riguardante queste nuove tecnologie perchè come detto deve concentrarsi sul presente e sull’immediato futuro, infatti non dimentichiamo che oltre al nuovo iPhone, Apple è in procinto anche di rilasciare la nuova versione del suo sistema operativo Mac OS X Snow Leopard.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>