Messaggi posta elettronica con allegati nocivi

di Filadelfo Scamporrino Commenta

La quota di messaggi di phishing rilevati rilevati da Kaspersky Lab si è mantenuta invariata rispetto al mese precedente.

Nello scorso mese di maggio del 2012 il 3,2% dei messaggi di posta elettronica con allegati conteneva dei file nocivi. E’ questo uno dei dati interessanti emersi dal Rapporto mensile sullo spam del leader europeo della sicurezza Kaspersky Lab che al riguardo ha rilevato un aumento dello 0,4% dei messaggi di posta elettronica con allegati nocivi a maggio del 2012 rispetto al mese di aprile del 2012.

Nel maggio scorso è inoltre scesa del 3,4% la percentuale di spam sul totale di messaggi di posta elettronica ricevuti, ma nello stesso tempo, rispetto al flusso globale di e-mail, la quota di messaggi di phishing rilevati rilevati da Kaspersky Lab si è mantenuta invariata rispetto al mese precedente.



COME PROTEGGERE COMPUTER E FILE

Kaspersky Lab nel rapporto si è anche soffermato su un fenomeno di spam crescente, quello “made in China” attraverso cui arrivano messaggi di spam di fantomatiche proposte di collaborazione e di investimenti con la Cina attraverso operazioni finanziarie e commerciali.

ANTIVIRUS NORTON 2012

Trattasi chiaramente di tentativi di truffa spesso riconoscibili, tra l’altro, dallo stile altisonante dei contenuti dei messaggi dove tra l’altro vengono forniti dettagli ed indirizzo di posta elettronica di fantomatici e potenziali destinatari con cui avviare affari in Cina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>