Minacce Internet secondo semestre 2012

di Lucia Guglielmi Commenta

In maggioranza gli oggetti nocivi in Internet rimangono gli url maligni che conducono a pagine Web che a loro volta reindirizzano gli ignari utenti verso pagine Internet truffaldine.

Oltre 434 milioni di attacchi che sono stati condotti, nei vari Paesi, attraverso dei siti Internet compromessi. A rilevarlo è stata Kaspersky Lab che ha pubblicato sul proprio sito Internet il Rapporto sulla sicurezza relativo al secondo semestre del 2012. Sul totale di questi incidenti virali, inoltre, gli esperti di Kaspersky Lab hanno identificato oltre 145 mila varianti uniche di software o potenzialmente indesiderati, oppure dannosi.

In maggioranza gli oggetti nocivi in Internet rimangono gli url maligni che conducono a pagine Web che a loro volta reindirizzano gli ignari utenti verso pagine Internet truffaldine. Queste pagine assomigliano a quelle di major dei più svariati settori dell’economia al fine di rubare dati sensibili compresi i numeri delle carte di credito, i codici Iban e le credenziali di accesso, user name e password, ai servizi di banking online.



SISTEMI OPERATIVI PIU’ ATTACCATI DAGLI HACKER

Di conseguenza chi naviga in Internet deve dotarsi di adeguati software di protezione non solo dai virus, ma anche dai trojan, dal phishing e da ogni altra minaccia. Non basta inoltre avere un ottimo antivirus ed un buon firewall, ma serve anche che questi siano regolarmente aggiornati visto che le minacce in Internet sono sempre più diffuse di numero e mutevoli al punto che ad esempio specifiche tipologie di malware cambiano in pochissimo tempo.

COME PROTEGGERE UN CELLULARE ANDROID

I prodotti di Kaspersky Lab rispondono a tutte queste esigenze e, tra l’altro, molti di questi si sono attestati in prima posizione nei test comparativi effettuati da società specializzate terze e indipendenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>