Come configurare Android Device Manager

di Gianni Puglisi Commenta

blogpost-600x271

Qualche giorno fa Google ha annunciato il lancio di Android Device Manager, un interessante servizio integrato in Android che consente di rintracciare il proprio telefono smarrito oppure rubato, consentendo anche in caso di emergenza di eliminare i dati presenti su di esso.


La prima cosa da fare è controllare se sul proprio dispositivo è già disponibile tale funzione. Per farlo bisogna aprire il menu delle Impostazioni di sistema, spostarsi nella sezione Sicurezza e cliccare su Amministratori dispositivo. Nel sottomenu che si apre dovrebbe essere presente la funzione Android Device Manager, che in italiano si chiama Gestione dispositivi Android.

Come descritto anche sotto alla stessa funzione, Android Device Manager permette di bloccare un dispositivo perso o di cancellarne i dati. Per attivare la funzione è ovviamente necessario mettere la spunta, quindi bisognerà dare l’autorizzazione cliccando il pulsante Attiva. Una volta attivata l’opzione sul telefono bisogna spostarsi sul sito web di Android Device Manager per gestire il proprio dispositivo.

Alla prima apertura del sito verrà chiesto di Consentire a Gestione dispositivi Android di utilizzare i dati sulla posizione, ed ovviamente bisogna rispondere positivamente per poter sfruttare la funzione. Nella pagina che si apre viene dunque mostrata la posizione del telefono su una mappa, e nel riquadro in alto a sinistra viene anche indicato l’indirizzo. Sono presenti due funzioni principali: Chiama consente di far squillare il telefono da remoto così da poterlo cercare (per esempio in casa), mentre Cancella dati da dispositivo è utile nel caso in cui venga rubato il telefono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>